Dopo il Covid 19 l'economia riprende dal digitale
Dopo il Covid 19 l'economia riprende dal digitale

Dopo il Covid 19 l’economia riprenderà dal digitale? Sembra di si. Le attività che hanno subìto un notevole calo perché non erano operative sul digitale sono quelle che hanno avuto un danno maggiore.

Il consumatore si è abituato a fare acquisti sul web e difficilmente tornerà indietro. Restare fuori dal digitale vuol dire non riuscire a rimanere sul mercato. Allora rivolgersi a Iovivobene.net può essere il comportamento più giusto per chiedere consigli e sviluppare una campagna di marketing digitale che sicuramente porterà molti vantaggi economici.

Lo sviluppo dell’economia digitale avvicina così le attività economiche grandi e piccole ad essere presenti su internet in maniera sempre più professionale.

L’ECONOMIA RIPRENDERA’ DAL DIGITALE. Iovivobene.net a cui chiedere consigli

Oltre agli ormai tradizionali siti web aziendali, che sono comunque sempre utili, sono da considerare i social network, come Facebook, Instagram e LinkedIn che aiutano a rendere più presente la propria immagine. Per far questo sono sempre più richieste le nuove figure professionali che possiedono una buona capacità di valutare ogni mezzo. Questa persone sanno anche consigliare il cliente in base alla propria caratteristica. Soprattutto le piccole e medie imprese possono approfittare del momento perché oggi essere presenti e attivi sul digitale non costa tanto, anzi è alla portata di tutti. Leggi qui i nostri prezzi

I nuovi professionisti sanno un po’ di tutto, si sanno muovere là dove il cliente non ha tempo di verificare o di dedicarsi a questo tipo di lavoro. Per entrare bene nell’economia digitale Iovivobene.net ti consiglia di adottare soprattutto una strategia di comunicazione che con una parola inglese abbastanza difficile da pronunciare, viene definita storytelling. E’ questo un modo per parlare di sé stessi trasmettendo emozioni. Le parole che scriviamo coinvolgeranno il lettore e quindi il tuo potenziale cliente.

Ricordiamo che c’è anche il Decreto Rilancio che prevede il “bonus pubblicità”, cioè un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta da usare in compensazione sul modello F24. In dettaglio, il 50% delle spese pubblicitarie sostenute nel corso dell’anno su testate giornalistiche registrate al tribunale, potrà essere direttamente detratto dalle imposte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here